giallolimoniPEOPLE

Sicanium: ta cuntu jucannu!

Tempo di lettura: 3 Minuti

Già solo a vederlo ti fa venire voglia di Sicilia; anche se forse oggi preferiamo gli smartphone, siamo curiosi di scoprirlo: cosa sarà mai?

É Sicanium, il gioco che cunta jucannu la nostra isola, per usare il claim del gioco stesso.
Ho scoperto piacevolmente, e per caso, questa meraviglia; subito l’idea mi ha entusiasmata  (e non solo perché sono una giochi di società addicted!). 

Come sappiamo, la Sicilia può essere definita “la gallina dalle uova d’oro”, un luogo dagli innumerevoli e inestimabili tesori, talvolta, troppo poco conosciuti. 

Fare in modo che un gioco da tavolo possa contribuire alla scoperta dei suoi miti, delle sue leggende, delle sue bellezze artistiche e culinarie, credo sia realmente un’idea geniale. 

Ho deciso, così, di aprire l’altro lato della scatola del gioco e capire chi si nascondeva dietro le quinte, incontrando Federica che mi ha raccontato un po’ di cose a proposito del team di Sicanium:

«Ci conosciamo perché siamo colleghi di un’azienda che si occupa di informatica. Lo scorso anno, l’amministratore delegato ha avuto una particolare idea inventando Lucanum».

Il solco di Sicanium è stato quindi, in realtà, tracciato da un prodotto analogo ma che racconta, giocando, le tradizioni, i miti e le leggende della regione Basilicata.

“[…] Lucanum è andato benissimo, sono state fatte tantissime ristampe, edizioni, format come il Lucanum summer e, in ultimo, Lucanum gift per i matrimoni, chiaramente riadattato e con una veste grafica differente”. 

Lucanum si è rivelato, quindi, un successo inaspettato.
Il team creativo/produttivo, composto da dipendenti provenienti da tutto il Sud Italia, non poteva che trarre ispirazione…  

Nove tra loro, legati dall’origine siceliota, decidono di lavorare a un progetto gemello che vede come protagonista, come potrete immaginare, proprio la Sicilia.

Presentato nell’ottobre 2019 al TTG, il travel experience marketplace del Turismo a Rimini, Sicanium è l’idea geniale 2.0.

Un anno di lavoro per arrivare al risultato finale che, già nelle premesse, agitava un successo non scontato e slegato dal solco tracciato dal gioco precedente.

Sicanium è frutto di energie giovani e potenti, di una creatività esplosiva come l’Etna. 

Le idee sono state come zampilli di lava incandescente e sono state perfettamente canalizzate, incastrate, in nome di un meraviglioso lavoro di gruppo che aveva come scopo sotteso la valorizzazione di un elemento da loro condiviso: la terra siciliana.

«L’esperienza ci ha arricchiti. Questo è stato il primo progetto che ci ha uniti
e che ci lega con il territorio.»

Inevitabili scontri e incontri hanno generato delle regole, delle linee guida per costruire il gioco ad hoc.

Non si poteva scegliere tutto. Abbiamo troppe cose belle, mi permetto di dire con un pò di presunzione!

«Abbiamo raggiunto dei compromessi. […] per quanto riguarda l’enogastronomia abbiamo scelto le certificazioni DOP come il Marsala, il pistacchio di Bronte, il pomodoro di Pachino e il formaggio ragusano.
Altri prodotti tipici, come gli arancini o i cannoli, li abbiamo tenuti
come come elementi grafici.»

Ma non solo cibo! Storia, leggenda, natura e attualità. Sicanium spazia in ogni ambito e le domande sono realizzate ad hoc da uno storico. 

La tradizione incontra la tecnologia: dal tavolo allo smartphone è un attimo.  Si può giocare a Sicanium, in maniera tradizionale e con l’app, in due diverse modalità: come viaggiatore, per i piccini più curiosi, e
come esploratore, per i curiosi cresciuti che credono di sapere
tutto sull’isola.


«L’app va a supportare lo svolgimento del gioco con il tabellone, gestisce
il gioco come fosse un master.
Il sistema riconosce il tabellone da gioco e ne aiuta e ne snellisce
lo svolgimento».

Sicanium, che ha un sito web tutto suo, è acquistabile online dal sito, su Amazon, su Ibs.it e in tantissimi negozi siciliani. 

Chissà cosa riserverà il futuro! Per adesso ci sediamo a tavola e gustiamo Sicanium come un cannolo, piano piano. Ne godiamo le sfumature, dal suo packaging dal design accattivante che meriterebbe di essere incorniciato, al suo contenuto che arricchisce e adempie un compito pregiato, mai quanto oggi, epoca dell’effimero, che è la diffusione della cultura. 

L’unione fa la forza e quando l’unione è piena d’amore, amore siculo direi, non può che essere una garanzia di bellezza! 

Quindi, cosa aspettiamo? Giochiamo! 

Please follow and like us:

Creatività, comunicazione e diritto. Controcorrente e sorridente. Trust me, I'm a creative lawyer!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *