POST

Essiccare i fiori|giallolimoni

fullsizeoutput_9f4
Il nostro spazio verde prima di diventare rigoglioso.

I fiori sono sempre stati la mia passione e pur non conoscendoli bene l’idea di coltivarli, acquistarli o riceverli in regalo mi ha sempre reso molto contenta.
Belli e profumati, i fiori arricchiscono la vista di chi li guarda, nei campi, nei giardini e nelle case. A me personalmente danno un vero e proprio senso di pace, tutti indistintamente, e mi rende davvero felice vederli crescere dopo aver piantato i semi.  Riposto, il paese da cui provengo, in provincia di Catania, è noto per essere la città della pomelia. I balconi e i giardini delle case, lì, strabordano di questa meravigliosa pianta che produce dei fiori bellissimi ed estremamente profumati.
f045036a-c86f-4d4f-896e-572735c5d0a3
Pomelia bianca

Non potendo portare con noi i nostri alberelli di pomelia bianca, che continuano a crescere rigogliosi nel loro habitat naturale, io e Francesco abbiamo deciso di creare nel nostro giardino un piccolo spazio verde in cui non potevano di certo mancare i fiori.
Abbiamo acquistato petunie bianche e rosa, una gardenia e un gelsomino; abbiamo invece piantato un girasole, bocche di leone, tagete, viole del pensiero, belle di giorno e alyssum.
Prendersi cura di loro è rilassante, divertente ed appagante. E la cosa più bella è vedere come diventano più forti e rigogliose dopo piccolissime accortezze nei loro confronti.
Abbiamo disposto tutte le nostre piantine davanti la porta di casa, sia all’interno che all’esterno di un bancale di legno.
Abbiamo messo dei bulbi di luce che pendono sul bancale e, proprio nella parte anteriore, le piante più grandi e le piantine officinali.
fullsizeoutput_b70
IMG_6443
Si tratta del nostro piccolo angolo di paradiso che non si esaurisce quando i fiori, naturalmente, cadono ma continua, dentro casa, con gli stessi fiori ma essiccati.
Da qualche anno mi piace coltivare l’hobby di essiccare i fiori. Molto spesso li presso tra i libri, altre volte ne riempio delle ciotoline, altre volte ancora ne faccio dei pot-pourri.
Si tratta di un’operazione che non richiede né capacità né tecniche particolari o difficili. Un hobby, una passione considerata, da alcuni, anche un pò tetra. Il risultato è però molto romantico e, oserei dire, anche di design.
I fiori secchi non giovano soltanto a profumare ma possono essere impiegati per diverse cose.

fullsizeoutput_867


Quadretti


I petali di rosa o alcune foglie, come la felce, possono essere riposte al centro di un quadretto da appendere; sulla base dell’arredamento della vostra casa, in bagno o in cucina, un quadretto con dei fiori o foglie essiccate darà un tocco vintage e romantico.

Foto by Pinterest

Composizioni floreali

314989aa1944abb315ab133581675235
Sempre come complemento d’arredo anche le intere composizioni floreali sono un fiore all’occhiello. A me è capitato di essiccare un mazzo di tulipani (seppur molto delicati) e delle rose. Basta disporre a testa in giù l’intero mazzo. Per “saldarlo” basterà spruzzare della semplice lacca per capelli.

Foto by Pinterest

Segnalibri5daeef72f27fe98255e769e3eed8de80.jpg

Con i fiori essiccati si può creare anche qualcosa di più funzionale come i segnalibri. Gli steli di lavanda o, ancora una volta, le foglie di felce si prestano molto bene a questa cosa. Per realizzarli basterà, ancora una volta, pressarli e incollarli su di un cartoncino e poi inserire il tutto in un involucro di carta trasparente. Oppure, se si dispone di un macchinario per plastificare a caldo utilizzate questo; se non l’avete basterà andare in qualsiasi copisteria!

Foto by Pinterest

Bijoux


Orecchini, pendenti e bijoux in genere: con i fiori pressati, anche e sopratutto quelli più piccoli, si possono realizzare dei bijoux molto particolari, originali e vintage. C’è chi inserisce il fiore essiccato all’interno di un ciondolo dotato di apertura, altre volte si copre il fiore essiccato con della resina (resina bicomponente o lacca cristallo) .
Con la stessa tecnica si possono inoltre realizzare portachiavi e altri oggetti, basta solo un pò di fantasia.

Foto by Pinterest

Cover per smartphone

2a22deae870eb2a817cc984c08b8e46a
Per le più romantiche o bohemienne, l’idea è quella di realizzare con i fiori essiccati anche delle cover per smartphone.
La procedura, ancora una volta, non richiede tecniche specifiche. Basterà solo la colla mod podge (famosa tra gli hobbisti) oppure la colla glossy accents. Dopo che avrete essiccato e pressato il vostro fiore, basterà adagiarlo sulla cover e ricoprirlo di colla. Una volta asciutto, la colla diventerà trasparente e l’intera superficie andrà rivestita di resina (la stessa utilizzata per i bijoux) e il gioco è fatto!
Io ho acquistato online una cover così realizzata ma mi piacerebbe cimentarmi in questa operazione (eventualmente farò un tutorial).

Foto by Pinterest

Per le/gli amanti dei fiori c’è, insomma, l’imbarazzo della scelta. Anche al di fuori della primavera c’è sempre modo di avere i fiori con sé!

Please follow and like us:
error

Creatività, comunicazione e diritto. Controcorrente e sorridente. Trust me, I'm a creative lawyer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *