POST

Magnus – musei in tasca

Qualche settimana fa vi ho parlato di Plantsnap, lo Shazam delle piante. Per puro caso, qualche giorno dopo, ho scoperto un app simile a Shazam e a Plantsnap che non da un nome a un brano o un vegetale ma…a un quadro!

Strabello e stupendo per me che, persa tra i musei, fotografo i dettagli ma spesso vado oltre il suo autore.

Sto parlando di Magnus – Shazam for art, un bellissimo progetto che vede la luce già nel 2013 a New York per gli artlovers che a zonzo per musei e gallerie vogliono sapere di più dell’opera e vogliono conservare in un proprio “archivio” le opere più belle.

Sarà necessario scattare una foto seguendo le linee del riquadro suggerite dall’app… dopo qualche secondo di elaborazione tutte le informazioni tecniche sul quadro le avremo sullo schermo del nostro smartphone.

L’app funziona anche per chi, come me, nell’ignoranza della sua esistenza, fino a questo momento ha semplicemente scattato foto ai dipinti.

Magnus è infatti in grado di fornire dati sul quadro anche se l’immagine non è scattata live! Forte no?

La grafica è intuitiva e il logo ricorda un sobrio Instagram.

L’app, infine, come le gemelle del suo genere, permette di salvare tutti gli artworks in una propria galleria.

Per me è stata una piacevole sorpresa, magari da usare nei miei dettagli del lunedì con #dettagliAMO!

Please follow and like us:
error

Creatività, comunicazione e diritto. Controcorrente e sorridente. Trust me, I'm a creative lawyer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *